I serial killer dell’anima e il narcisista perverso visti da Silvana Maja

Home/Rassegna Stampa/I serial killer dell’anima e il narcisista perverso visti da Silvana Maja

I serial killer dell’anima e il narcisista perverso visti da Silvana Maja

Condivisioni

CINZIA MAMMOLITI
I SERIAL KILLER DELL ANIMA
EDIZIONI SONDA, ROMA 2012
114 PAGINE, 12,50 EURO

narcisista perversoNe parlava Ovidio, se ne é occupato Freud, poi Lowen, ne ha capovolto il senso Lacan, ne scrive oggi Massimo Recalcati. Il narcisismo, considerato uno dei fenomeni responsabili dell infelicità del nostro presente, si sta rivelando una vera perversione all interno della vita di coppia.

Violenza fisica, femminicidi e stalking sono spesso la conseguenza della manipolazione relazionale operata dal narcisista perverso. Un rapporto di coppia nato senza basi, con una conoscenza limitata delle personalità , si trasforma in un conflitto a fuoco in cui domina  soltanto il desiderio di prevaricazione e vendetta. Un clima che spesso molesta e uccide.

Come riconoscere il narcisismo patologico

Come riconoscere, arginare, superare il fallimento di una relazione sin dall inizio di una storia d amore? Cinzia Mammoliti, criminologa, ha tentato di sistematizzare questo conflitto nel suo libro I serial killer dell anima, vero e proprio manuale per riconoscere l’agnello dietro il quale si nasconde il lupo.

Ma anche una guida utile allo stesso narcisista abusante perché possa smettere di reiterare all’infinito le nocive dinamiche relazionali. Il narcisista patologico o perverso o abusante é un totale anaffettivo che ha poca stima di sé per essersi sentito poco compreso e amato in età precoce. Tuttavia ha grandi abilità seduttive con cui conquista le sue vittime.

Chi è il narcisista perverso

E’una persona sorridente, spiritosa, premurosa. All inizio sembra darsi molto da fare per il rapporto e incista in tal modo una dipendenza nella partner. Ma  alle prime tensioni che non lo vedono più al centro dell interesse della donna, svela i suoi veri difetti: presunzione, cecità  e sordità rispetto ai sentimenti altrui. Chi di noi può dire di non averne incontrato almeno uno?

La stessa autrice del libro é stata vittima di un rapporto fusionale che si é trasformato poi in un conflitto ingestibile. E’ guarita studiando il narcisismo. Il libro illustra svariati casi di vittime. Più diffuse di quanto crediamo, le persone manipolative, quando si rivelano per quello che sono, comunicano con atteggiamenti destabilizzanti che minano l autostima della partner , insultano, demotivano, svalorizzano.

Per la donna, spesso, é troppo tardi: si é innamorata, ci ha creduto, ha costruito qualcosa da cui sembra non poter tornare indietro. Se prova a sganciarsi, l uomo narcisista ritorna agnellino per qualche ora. Poi ricomincia la solfa, come accade agli alcolisti, ai drogati e ai bipolari. Tali soggetti vengono chiamati da Cinzia Mammoliti in vari modi: vampiri affettivi, vampiri energeticikiller dell anima, tutti accomunati dalla stessa patologia dilagante
di disturbo della personalità .

Secondo Mammoliti, «intrecciare e mantenere una relazione sana con un narcisista risulta assolutamente impossibile, perché sono persone che non si mettono mai in discussione, rifiutano critiche  e cercano di mantenere una costante distanza per continuare a sentirsi superiori»; sono «soggetti profondamente crudeli ed emotivamente vuoti»; «si compiacciono sadicamente nell’osservare il dolore altrui».

Naturalmente anche tra le donne ci sono narcisiste patologiche, grandi fuori e piccole dentro, ma i dati statistici sono nettamente a sfavore degli uomini. Silvana Maja
e letturestrenneletture.

Dicembre 8th, 2013|

About the Author:

mm
Laureata in Giurisprudenza nel 1993 con specializzazione in Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale mi occupo di consulenza e formazione dopo aver lavorato per molti anni con donne e minori vittime di violenza.

2 Comments

  1. daniele 5 Settembre 2017 al 16:10 - Rispondi

    ottimo il riassunto qui proposto…sono stato in un rapporto del genere per giunta era pure una psicologa/psicoterapoeutica e quindi con strumenti di manipolazione mentali acuti.
    Penso che se si sopravvive ad una esperienza simile ci si ritrovi in pieno ma non si potranno mai dimenticare certe cose ed allontanamenti dal proprio sé.

    Complimenti
    Daniele

  2. Mary 20 Maggio 2018 al 09:08 - Rispondi

    Il narcisista che conosco io è stitico nel dare , nel complimentarsi su qualsiasi mio successo però se mi arrabbio o mi stanco diventa un agnellino per poi riprendere il suo tragitto! Lui è l’unico che deve prevalere! Poiché conosco il mio pollo vado imperterrita creando successi a go go! Mai soccombere !

Scrivi un commento