“La voce per Eco”: onlus per la lotta al narcisismo

Home/Rassegna Stampa, Ultima Ora/“La voce per Eco”: onlus per la lotta al narcisismo

“La voce per Eco”: onlus per la lotta al narcisismo

Condivisioni

“La voce per Eco”: onlus
per la lotta al narcisismo

narcisismo
“La voce per Eco”. Questo il nome (chiaro il riferimento al mitico personaggio di Eco, la ninfa consumatasi d’amore non corrisposto per il bellissimo Narciso, e della quale sarebbe rimasta viva solo la voce) d’una nuova associazione, ONLUS. Che vuole appunto dar voce soprattutto a donne vittime di soggetti narcisisti: aiutandole a prendere anzitutto coscienza delle violenze subite, a recuperare l’autostima e a iniziare un nuovo percorso di vita. “Il tutto – spiega Marina Terlizzi, avvocato, nella conferenza di presentazione al pubblico, a Roma – organizzando incontri tematici sul narcisismo, cineforum e dibattiti, serate di teatro a fine terapeutico; e offrendo consulenze legali e psicologiche gratuite per affrontare situazioni d’abuso psicologico e fisico”.

“Purtroppo non si può far nulla per guarire un narcisista patologico – precisa Antonella Rutigliano, tra i fondatori dell’associazione – perché ad un soggetto così manca proprio, nel cervello, l’aspetto emozionale; cioè, esattamente gli mancano l’intelligenza emotiva, e anche l’intelligenza, diciamo, “di cuore” (c’è in lui, in sostanza, un’aridità di fondo: sembra
che questi individui abbiano l’amigdala, la parte del cervello che gestisce le emozioni, specialmente la paura, più corta degli altri ). Come può, una persona del genere, capire cosa significano le emozioni, e condividerle con gli altri, in un normale processo d’empatia? Si può fare qualcosa giusto per chi ha delle forme più lievi di narcisismo, e a volte, consapevole di questo, chiede lui stesso d’avviare una terapia per guarire”.

“Esistono poi vari tipi di narcisista”, spiega invece Roberta Sala,psicologa specializzata in ipnosi regressiva: “quello “soft”, lieve, quello patologico pericoloso, quello “Don Giovanni”, che in un rapporto affettivo tende immediatamente a fuggire non appena agganciata un’altra donna, ecc…Loro caratteristiche comuni sono, pur nell’ assoluta mancanza d’empatia (e nello stato caratteriale di totale immaturità, equivalente a quello d’un bambino di 3 anni), la capacità di fingere, di “recitare”, in sostanza, le varie emozioni. E il bisogno assoluto di gestire il potere in un rapporto, d’ esercitare il controllo sulla donna (il narcisista patologico, anzi, è attratto proprio dalle donne con un’alta autostima: appunto perché si diverte ad abbassargliela, avviando un rapporto perverso). Chiaramente esistono anche le
donne narcisiste: che a volte ricorrono a strumenti di manipolazione psicologica anche piu’ subdoli dell’ordinario”. “Attenzione, però”, sottolinea Cinzia Mammoliti, criminologa, tra i dirigenti della ONLUS: “il narcisista è senz’altro un manipolatore affettivo, però non tutti i manipolatori affettivi sono narcisisti. Ai livelli piu’ gravi, poi, il narcisista perverso finisce
col coincidere quasi con lo psicopatico vero e proprio, affetto da sadismo patologico e crudeltà mentale, e privo di senso di colpa”.

Sino a una trentina d’anni fa, nelle nostre Università non si parlava proprio di questa sindrome narcisistica della personalità: che non era stata ancora specificamente individuata, pur essendone già noti vari sintomi. Studiosi come Erich Fromm e altri s’erano soffermati sul quadro dell’individuo sadico, che nei circuiti della politica, poi, può trovare pericolose “autostrade” (vedi la celebre “Anatomia della distruttività umana” di Fromm, con le penetranti “patografie” di Hitler, Himmler, Stalin); e proprio sul terreno della politica, anche tra leader formalmente democratici, spesso troviamo inquietanti vicinanze tra narcisismo patologico e quadri clinici ancora peggiori. “Chiaramente – osserva ancora la Mammoliti – non esistono statistiche precise sulla diffusione di questo fenomeno nella popolazione (spesso, purtroppo, non ci sono denunce da parte delle vittime di questi
comportamenti; anche se , osserviamo, le cose ora dovrebbero iniziare a cambiare, con l’applicazione almeno della legge del 2009 contro lo stalking, N.d.R.)”. “La risposta della società ai narcisisti patologici, uomini o donne”, precisa Marina Terlizzi, “deve articolarsi, d’ora in poi, su una stretta collaborazione tra avvocati, psicologi e forze dell’ordine: appunto per questo vogliamo organizzare, con la nostra ONLUS, anche corsi di formazione specifica, su questi temi, appunto per legali, operatori sociali, medici e forze dell’ordine (le quali purtroppo, non per colpa loro, spesso non sono affatto preparate ad affrontare queste situazioni). Ma ci sono, già ora, segnali confortanti d’un cambiamento di prospettiva da parte degli operatori della giustizia: basti pensare alla recente condanna al pagamento d’una multa di 30.000 euro comminata, dal Tribunale di Roma, a una donna,
narcisista grave, che ai figli parlava regolarmente male del padre separato”.

Fabrizio Federici

 

http://www.avantionline.it/tag/cinzia-mammoliti/

Dicembre 2nd, 2016|

About the Author:

mm
Laureata in Giurisprudenza nel 1993 con specializzazione in Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale mi occupo di consulenza e formazione dopo aver lavorato per molti anni con donne e minori vittime di violenza.

22 Comments

  1. Agata 13 Febbraio 2017 al 08:18 - Rispondi

    Buongiorno mi chiamo Agata ho 42 e sono vittima codipendenti di un narcisista. Vorrei sapere se esiste un associazione presso cui mi posso rivolgere per chiedere aiuto perche non ho la possibilità di pagare uno psicoterapeuta. Vi chiedo aiuto. Aspetto Vostre notizie grazie e buona giornata

  2. Elena 22 Dicembre 2017 al 23:18 - Rispondi

    Ciao, sono Elena e sono vittima di un narcisista da più di 19 anni. Separata da sei con due bimbi. Anche se ho limitato al massimo ogni tipo di comunicazione ed e’ stato lui a cercare altre rapporti di coppia stabile, non riesco a venir fuori dei danni che fa. Meno parlo con lui più fa del danno ai bambini su questioni legate a me o al dipinto che fa di me.
    A livello legale si può fare qualcosa? Nessuno ha diagnosticato e messo a fuoco la problematica. Io sono anni che osservo molteplici modi di maltrattamento, ma legalmente sembra non essere mai abbastanza per giustificare azioni legali?

  3. Elena 25 Dicembre 2017 al 22:06 - Rispondi

    A quanto ammonta una consulenza via Skype?
    Grazie
    Elena

  4. Cinzia 11 Marzo 2018 al 14:06 - Rispondi

    Per favore a Milano esiste un centro di aiuto ? Il NP mi ha lasciata senza casa, lavoro e sussistenza economica ho 58 anni come vado avanti? Cinzia

  5. Cinzia 11 Marzo 2018 al 14:06 - Rispondi

    Per favore a Milano esiste un centro di aiuto ? Il NP mi ha lasciata senza casa, lavoro e sussistenza economica ho 58 anni come vado avanti? Cinzia

  6. Marika Bombace 7 Dicembre 2018 al 22:19 - Rispondi

    Buona sera,dottoressa .
    Innanzitutto grazie per quello che sta facendo per questa piaga che sta mietendo sempre più vittime soprattutto fra la popolazione femminile.
    Io sono vittima di.un.narcisista patologico,perverso e maligno,ho dei danni dovuti allo stress post traumatico e ho sviluppato una seria malattia autoimmune degenerativa che curo a Jesi con i nuovi farmaci “intelligenti”.
    Non le scrivo per me,ma le scrivo perché ho bisogno d aiuto per le mie due figlie avute durante il matrimonio col narcisista.
    Le bambine una di 14 anni l altra di 8 non vogliono in.alcun modo stare col padre,sono state come me abusate e maltrattate ,ferite e umiliate psicologicamente dal loro padre,alla grande diverse volte ha messo anche le mani addosso in maniera violenta,come le mani al collo o l ha presa a calci.Non ho mai denunciato perché ho avuto paura,lui oltre a mortificarmi e umiliarmi mi ha messo diverse vokte le mani addosso e mi.ha convinta che io meritassi di essere trattata così..
    Ma torno alle bambine
    Ho chiesto una ctu e nonostante lui sia venuto fuori con tutti i suoi disturbi il giudice ha deciso di non.imporre il diritto di visita alla più grande ma alla piccola sì.
    Ad oggi la bimba piccola sta sviluppando disturbi come non voler mangiare,non dormire regolarmente,non relazionarsi né con i compagni di scuola né con quelli di squadre,né se la porto al parco,ne con gli adulti tranne che con.me ,la sorella.
    Ho chiesto al padre di darmi l autorizzazione di farla aiutare da una psicoterapeuta infantile,ovviamente mi.ha negato il consenso.
    Io.sono disperata.
    Mia figlia sta male .
    È possibile che bisogna imporre una figura genitoriale a tutti i costi nonostante questa provochi danni a volte irreparabili?
    Poi facciamo la giornata sulle vittime di femminicidi.
    Perché non.preveniamo???
    Perché i giudici si ostinano in questo senso?
    Mia figlia un giorno pitrebbe essere vittima di un.mostro del genere.
    Perché non fanno nulla?
    Mi aiuti la prego.
    Sono una mamma disperata

  7. Valentina 9 Dicembre 2018 al 10:07 - Rispondi

    Buongiorno sono Valentina ,ho 45 anni e sono vittima di un narcisista ,ho un disperato bisogno di parlare con uno specialista ma non posso permegtermene uno cosa posso fare? Sono disperata

  8. Laura 6 Marzo 2019 al 17:29 - Rispondi

    Buonasera Cinzia mi spieghi la differenza tra manipolatore affettivo e narcisista? Io ho avuto una storia con un np e ne ho individuati altri tra le mia amicizie ma vorrei capire bene la differenza tra queste due figure

    • mm
      Cinzia Mammoliti 8 Marzo 2019 al 14:28 - Rispondi

      spesso i narcisisti sono manipolatori affettivi. Questi ultimi non sempre sono narcisisti

  9. Orietta 9 Novembre 2019 al 22:42 - Rispondi

    Buonasera dottoressa,vorrei aiuto sono di avellino,sono vittima di un narcisista patologico mi ha distrutto l’anima,vorrei sprofondare sotto terra ,mi ha lasciata in mezzo ad una strada ,non so da dove cominciare e sono priva di energie

  10. Alessandro 24 Gennaio 2020 al 16:17 - Rispondi

    Buongiorno vengono ascoltati e consigliati anche gli uomini?

    Vi prego di credere che la violenza psicologica, il dolore provocato dagli inganni più sudici e subdoli non hanno sesso.

    Noi siamo in tre (io e i miei due bambini) a subire costantemente le angherie di colei che si è rivelata gradualmente una pazza ghignante.
    Oscenamente soddisfatta di ciò che ci stava combinando alle spalle con amici che credevo cari, con conoscenti e con coloro che forniscono lavoro alla mia ditta (unica fonte di sostentamento della famiglia).

    Avrei bisogno di una voce esperta che mi indicasse la strada più giusta per me e per le mie creature, visto che ormai sono anni che mi barcameno tra vari psicologi e psichiatri senza trovare soluzioni o indicazioni realmente valide.

    Grazie

  11. Ilaria 20 Febbraio 2020 al 19:41 - Rispondi

    Salve , anche io sono vittima di un narciso che mi sta succhiando l’anima ! A roma dove posso rivolgermi per uscirne e per prendere parte all’associazione ? Grazie

  12. Debora 22 Febbraio 2020 al 21:13 - Rispondi

    Gentile Dottoressa, leggendo questa pagina ho contattato “la voce per Eco “ma senza successo, sono della provincia di Udine a chi posso chiedere aiuto?
    Grazie
    Debora

    • mm
      Cinzia Mammoliti 25 Febbraio 2020 al 00:19 - Rispondi

      provi a cercare un Centro Antiviolenza nella sua zona io purtroppo lì non ne conosco

Scrivi un commento