Se tuo marito ti tradisce con un uomo…..Su Radio Deejay al telefono con Platinette 15/12/2013

Home/Foto / Video / Audio/Se tuo marito ti tradisce con un uomo…..Su Radio Deejay al telefono con Platinette 15/12/2013

Se tuo marito ti tradisce con un uomo…..Su Radio Deejay al telefono con Platinette 15/12/2013

Condivisioni

http://www.deejay.it/audio/2013/362823/

Dal minuto 123.3 al telefono con Platinette per parlare di omosessualità e lati oscuri dell’essere umano partendo da una mia risposta a una lettrice su Affari Italiani nella Rubrica Coppie di …fato…..

images

 

Cosa fare se scopri che tuo marito ti tradisce con un uomo?

Martedì, 10 dicembre 2013 – 12:42:00

Violenza fisica e psicologica subita da parte di parenti o partner? Personalità devianti e disturbate con le quali vi relazionate ? Difficoltà a gestire la conflittualità familiare derivante da maltrattamenti ? A darvi una mano su Affaritaliani.it “Coppie di… fato: vittime, crimini e misfatti in famiglia”, la rubrica al servizio dei cittadini tenuta dalla dottoressa Cinzia Mammoliti, criminologa, formatrice e autrice del saggio in materia di violenza psicologica “I serial killer dell’anima” (ed. Sonda). Per contattare la nostra specialista e avere consigli e aiuto scrivete a:lettereallacriminologa@affaritaliani.it   

 

DOMANDA: COSA FARE SE SCOPRI CHE TUO MARITO TI TRADISCE CON UN UOMO?
Trovo il coraggio di scrivere dopo tanti anni che mi sono tenuta dentro un segreto. E’un segreto incoffessabile, di quelli che ti cambiano la vita e che arriva il momento di dover rivelare a qualcuno per non impazzire. Ho scoperto qualche anno fa che mio marito, al quale sono sposata da più di venti anni, e che oggi ne ha 57, mi tradisce con un uomo. Lui é un professionista noto nella cittadina in cui abitiamo, stimato e rispettabile e credo che nessuno sospetti le sue tendenze che tanto mi hanno fatto e stanno facendo soffrire. Io sono una donna semplice e con meno cultura di lui, non abbiamo potuto avere figli, io l’ ho amato e lo amo tanto e mi pento del giorno in cui andai a sbirciare i messaggi sul suo cellulare per scoprire l’esistenza di questa relazione che non riesco ad accettare in nessun modo. Non glie ne ho mai parlato, mi imbarazzerebbe da morire, e mi tengo tutto dentro ma non sono più la stessa. Sono sempre nervosa, dormo poco, mi agito per niente. Lui non credo si sia accorto di nulla. Abbiamo peraltro, da sempre, una vita sessuale discretamente attiva e non mi ha mai fatto mancare nulla; ma sapere e non parlare non mi fa più stare bene. Senza contare che ogni volta che mi cerca per fare l’amore penso a quello che lui fa con un altro e l’idea mi disgusta. Ma subisco in silenzio. Lei cosa farebbe ? Ho bisogno di un consiglio. T.R.

RISPOSTA: Mi pone un quesito molto difficile cara T.R. Mi parla di amore e di tanti anni di relazione, binomio che io associo a confidenza e complicità. Capisco che una scoperta come quella che ha fatto lei sia destabilizzante ma penso che un segreto si possa mantenere solamente fino a che non lacera dentro. Lei dice di non essere più la stessa e di soffrire per quello che ha scoperto. Penso che tenere dentro non sia mai salutare e che, forse, piuttosto che fingere per salvare un’apparenza valga la pena provare a parlare insieme per cercare di capire cosa porti il suo uomo ad aver bisogno di altro. Magari lui sta male come lei e magari gli pesa dover nascondere un’indole che ai giorni nostri è ancora oggetto di stigmatizzazione in molteplici contesti. Non si tratta, peraltro, di un maltrattante e mi dice di amarlo ancora. Credo che varrebbe la pena di armarsi di coraggio e affrontare la questione. Con calma, in maniera delicata e discreta, senza accuse e rancori. Solo lui potrà darle la risposta che cerca. E magari questa risposta vi unirà di più.

Un caro saluto
Cinzia Mammoliti
www.cinziamammoliti.it

 

 

Dicembre 20th, 2013|

About the Author:

mm
Laureata in Giurisprudenza nel 1993 con specializzazione in Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale mi occupo di consulenza e formazione dopo aver lavorato per molti anni con donne e minori vittime di violenza.

Scrivi un commento