Articolo di Annalisa Belluco su Lo Specchio ArtMusic 28/2/20 – Le parole per difenderci. il primo saggio in Italia sulla comunicazione manipolatoria

Home/Criminologicamente, Rassegna Stampa, Ultima Ora/Articolo di Annalisa Belluco su Lo Specchio ArtMusic 28/2/20 – Le parole per difenderci. il primo saggio in Italia sulla comunicazione manipolatoria

Articolo di Annalisa Belluco su Lo Specchio ArtMusic 28/2/20 – Le parole per difenderci. il primo saggio in Italia sulla comunicazione manipolatoria

Condivisioni

Le parole per difenderci. Vademecum per riconoscere e gestire la comunicazione manipolatoria. Il nuovo libro di Cinzia Mammoliti è disponibile in libreria. Il primo testo completo, sulla comunicazione manipolatoria, diviso in 5 esaurienti capitoli, con esempi concreti e  contenuti inediti.

Le parole sanno accarezzare ma anche ferire” partiamo da queste prime…parole – appunto – che ci accolgono nelle note di introduzione di questo “vademecum per riconoscere e gestire la comunicazione manipolatoria”. Una lettura molto utile e “illuminante”, consigliatissima specialmente in tempi come questi, in cui siamo tutti soggetti a subirne gli effetti, nella nostra quotidianità, in famiglia, sul lavoro, al telefono e anche attraverso i media, in particolar modo sui social. In questo ambito, in modo particolare, la comunicazione e le parole spesso assumono connotati più marcati e aggressivi, complice lo schermo che nasconde gli emittenti.

Gli emittenti – cioè coloro che trasmettono un messaggio – sono tra gli elementi chiave che troviamo in un processo comunicativo ordinario. E tra i primi protagonisti di questo “viaggio” – di inchiostro su carta – alla scoperta delle dinamiche di comunicazione relazionale. Cinzia Mammoliti autrice di questo libro, è l’affidabile e competente conduttrice, forte di una pluriennale esperienza come ricercatrice, consulente e formatrice, tra i massimi esponenti in materia di manipolazione relazionale e violenza psicologica (….continua)

 

Marzo 5th, 2020|

About the Author:

mm
Laureata in Giurisprudenza nel 1993 con specializzazione in Criminologia, Psicopatologia forense e Psicologia criminale mi occupo di consulenza e formazione dopo aver lavorato per molti anni con donne e minori vittime di violenza.

Scrivi un commento